Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Youtube

________________________________________________________________

TESTIMONIANZE
________________________________________________________________

 

Quando ero incinta del mio primo figlio, ormai sei anni fa, una mia cara amica mi ha regalato il corso pre parto al Centro Acqua. E’ stato uno dei regali più belli e utili che abbia mai ricevuto. La prima gravidanza è sempre ricca di aspettative, ansie, tante gioie, ma anche paure per l’ignoto che arriverà. Al corso ho imparato a fidarmi di me, del mio istinto materno, delle mie capacità. Allo stesso tempo ho ricevuto informazioni utili che mi hanno aiutato ad affrontare la gravidanza e il dopo parto con più serenità. Essere in gruppo con altre mamme nella stessa condizione ha favorito lo scambio reciproco e la condivisione, creando rapporti che hanno continuato ad esistere anche dopo la crescita dei bambini.

L’esperienza è stata così positiva che è continuata con tutto il percorso post parto per mamme e bambini durato dalla nascita del mio bambino fino ai suoi tre anni di età.

La mia idea di crescere mio figlio seguendo le sue tappe naturali e il suo sviluppo armonico si è incontrata con la formazione che il Centro Acqua propone alle mamme e mi ha permesso di rinforzare le mie convinzioni andando anche controcorrente rispetto a consigli ricevuti da altri e magari non richiesti.

Affiancato al percorso teorico poi ho scelto l’esperienza dell’acquaticità che ha valorizzato le capacità motorie di mio figlio e lo ha reso più fiducioso in se stesso e grande appassionato di nuoto. Il metodo del Centro Acqua, diverso da tutti gli altri, ha permesso non solo lo sviluppo delle abilità motorie in acqua e fuori, ma anche le capacità cognitive e sociali condite da tanto divertimento.

Con l’arrivo della mia seconda figlia ho scelto di ripercorrere tutte le tappe già fatte ed è stata un’ottima scelta.

Mi sento una mamma migliore, più preparata, più consapevole, non perfetta ma “sufficientemente buona”. Il Centro Acqua mi ha permesso di interrogarmi, mi ha spronata a studiare, leggere, informarmi, a fare scelte pensate e non dettate dalla mentalità corrente, per tutti questi motivi lo consiglio a tutte le famiglie.

 Alice Orso, maestra

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –


Mi chiamo Paola e ho 38 anni. Conosco il Centro Acqua di Fellette di Romano d’Ezzelino dal 2007, quando sono rimasta incinta di Marta. Allora ho frequentato poche lezioni di teoria del corso pre-parto tenuto da Antonella e Nadia, perché purtroppo la gravidanza non è andata bene. Appena riprese le forze fisiche sono tornata al Centro per salutare Antonella e lei, con la delicatezza che la contraddistingue, mi ha accolto a braccia aperte ascoltandomi e suggerendomi delle letture che avrebbero potuto aiutarmi nell’affrontare la perdita della mia bambina.

Ho ripreso a frequentare il Centro Acqua nel 2010 al quinto mese di gravidanza. Spaventata dall’idea di rivivere l’esperienza del 2007 ho preferito aspettare l’esito dell’ecografia morfologica che ha confermato come questa volta la gravidanza andasse bene. Ero d’altro canto felice, estremamente felice di poter ritrovare l’ambiente caldo e familiare del corso pre-parto e questa volta non solo con le lezioni di teoria, ma anche con le lezioni in piscina di preparazione alla nascita. Ricorderò per sempre l’intensa emozione di gioia che ho provato la prima volta che sono entrata nella vasca salina del Centro: incoraggiata dalla presenza di Antonella e delle altre mamme e avvolta dal caldo e rassicurante abbraccio dell’acqua, ho parlato al mio bambino e mi sono detta che non dovevo più avere paura e che tutto sarebbe finalmente andato bene! E così è stato! Non ho perso né una lezione di teoria né una in piscina. Da una parte ho potuto apprendere molte notizie importanti e utili non solo riguardanti la gravidanza, il momento del parto e il periodo delicato del dopo-parto, ma anche parlare delle mie paure, ansie, speranze con le altre mamme del corso. Ho potuto condividere tutto questo con loro, con Nadia e Antonella e, cosa più importante, con mio marito Simone. Dall’altra parte ho continuato a partecipare alle lezioni in acqua nelle quali ho potuto trovare un po’ di tempo solo per me e il mio bambino, rilassarmi, scacciare le paure e prepararmi anche fisicamente al grande evento della nascita. Quando è arrivato il momento tanto atteso, sia io che Simone, nonostante le inevitabili preoccupazioni, abbiamo cercato di affrontare tutto con calma e lucidità facendo tesoro dei consigli ricevuti durante il corso e avendo bene in testa le richieste da fare al personale ospedaliero riguardo al parto e al dopo-parto, prima fra tutti la ferrea volontà di allattare al seno il nostro bambino. (Al centro avevamo avuto anche la fortuna di conoscere la ‘Leche League’-Lega per l’allattamento materno, con le sue magnifiche consulenti.)

Gabriele è nato alle 16.15 del 24 giugno 2010. Tutto è andato bene, come meglio non potevamo sperare… Quando Gabriele aveva appena 3 settimane siamo ritornati al Centro Acqua dove abbiamo frequentato le prime lezioni sul massaggio infantile. Anche se era molto caldo, ho un tenero ricordo di quei momenti tutti per me e il mio piccolo Gabriele. A settembre abbiamo iniziato i corsi post-parto tenuti da Antonella (primo, secondo e terzo ciclo) a cui abbiamo partecipato fino a maggio. Posso dire che il primo e il secondo ciclo di lezioni sono più indirizzati alle mamme. Qui ho potuto ricevere un sacco di consigli importanti e preziosi, confrontarmi con le altre mamme, a volte sfogarmi, instaurare nuove e durature amicizie… Naturalmente Gabriele è sempre venuto al Centro con me e ha ‘seguito’ le lezioni, incuriosito dall’ambiente, sui tappetini, con le palestrine e i giochi: è lì che si è girato per la prima volta, ha fatto i suoi primi tentativi di striscio e poi di gattonamento. È comunque durante il terzo ciclo che i bambini iniziano veramente ad interagire con noi e i coetanei con tante attività divertenti che poi continuano nei mesi successivi con il ‘Giochimpara’ che io e Gabriele abbiamo frequentato quest’anno con la mitica Alice. Il clima al Centro è sempre molto familiare, tutto improntato al benessere naturale della mamma e del bambino.

L’altra attività che io e Simone abbiamo scelto di frequentare al Centro insieme al nostro bambino è il corso di acquaticità. Gabriele è entrato in piscina a quattro mesi per la prima volta (anche se proprio prima non era: in pancia c’era già stato molte volte!) L’esperienza in acqua con un bimbo così piccolo è a dir poco… FORTE!!! È molto difficile spiegare l’emozione nel vedere bambini tanto piccoli riuscire a stare in acqua in modo così naturale! Eravamo io o mio marito ad avere il cuore in gola per le prime apnee, i primi tuffi e le ‘prime prove del coraggio’ più che Gabriele! Per fortuna le nostre istruttrici, Antonella prima e Marta poi, ci hanno sempre aiutato e sostenuto in questo ‘viaggio’ verso l’autonomia acquatica (ma non solo!) del nostro bambino.

Per concludere, in questi anni di frequentazione del Centro Acqua abbiamo potuto conoscere diverse famiglie che ora fanno parte della nostra vita diventando cari amici: il fatto di avere bimbi della stessa età e di frequentare settimanalmente lo stesso ambiente ci ha unito e ci ha permesso di costruire passo dopo passo delle forti e durature relazioni di affetto e amicizia.

Paola

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Devo ringraziare il Centro Acqua per avermi accompagnato nell’avventura del “diventare mamma” ! Il corso di preparazione alla nascita mi ha preparato fisicamente e psicologicamente al parto, e mi ha fatto conoscere tante future mamme che tuttora frequento! I corsi post parto mi hanno dato gli strumenti per stimolare il mio bambino…. e dargli il meglio nei suoi primi mesi di vita.. Non so come avrei fatto senza!! 

 Erika. Istruttrice sportiva

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Sono una mamma di 2 bellissime bambine, Agata di 4 anni e Amalia di 9 mesi e come dico io “figlie del centro acqua”. Quando quasi 5 anni fa feci il test di gravidanza e scoprii di avere una creatura dentro di me fui presa da una grande curiosità di sapere tutto sul mondo gravidanza, parto, allattamento, bambini. Andai ad acquistare subito un libro in libreria e chiamai la mia ginecologa per avere delle risposte alle tante domande che dovevo fare, ma ne uno ne l’altro mi diedero quello che cercavo. Tramite una mia amica venni a conoscenza del centro acqua e dei corsi che tenevano, provai a partecipare ad una lezione e ne fui entusiasta. Un mondo nuovo si aprì. E’ stata la più bella esperienza che potessi fare, ogni dubbio, ogni domanda che mi saltava in mente potevo porla, anche se spesso poteva sembrare banale. Il corso pre-parto servì per prepararmi ed accompagnarmi serena ed informata a 360 gradi al parto, ma ancor di più mi servì il post-parto. Ci trovavamo una volta alla settimana con i nostri cuccioli per parlare, confrontarci ed assimilare nuove informazioni e questo momento era atteso e piacevole: un’ occasione per uscire di casa e per scoprire che altre ragazze stavano vivendo quello che vivevo io in quel preciso momento. Tutte le informazioni e i suggerimenti che mi venivano dati da Antonella li applicavo sistematicamente e tutto sembrava così semplice ed efficace. Imparai a valutare e capire la miriade di consigli che mi venivano forniti da tutti compresi quelli del pediatra e soprattutto trovai fiducia nel mio sesto senso di mamma, fondamentale in questa meravigliosa esperienza. Non ho mai notato agli incontri le fantastiche capacità e la curiosità che contraddistingueva questi bambini, si evidenziò solo quando Agata si rapportò con bambini esterni al centro acqua, lei aveva una marcia in più. E questo percorso l’ho rifatto con Amalia e i risultati sono sempre più evidenti e straordinari. Altro regalo che mi ha fatto questa esperienza è stato conoscere mamme, alcune delle quali sono diventate delle grandi amiche da condividere momenti speciali che vanno al di là dei nostri cuccioli.

Agnese, 30 anni, impiegata

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Gaia (7 anni) e Sofia (4 anni a dicembre) hanno seguito le proposte del Centro Acqua fin dalla nascita e anche prima, se includiamo i corsi pre-parto in vasca e fuori, in un ambiente assolutamente a portata di bambino, gradevole e accogliente. Grazie all’acquaticità neonatale le bambine hanno mantenuto il piacere di stare in acqua, elemento che ormai uso quotidianamente per sciogliere la tensione che accumulano durante la giornata. Tramite un percorso mirato, con attrezzi a volte elaborati dal personale stesso, hanno acquisito rapidamente una buona consapevolezza corporea, movimenti fluidi e sicuri, e grande autonomia in acqua. Le attività del Post-parto, del Terzo Ciclo e del Giocaimpara, oltre ad aver aiutato me a gioire ancora di più del mestiere di mamma, hanno il merito di aver avviato le bambine ad amare l’apprendimento in ge nerale: la loro maturità, l’educazione e l’autonomia sono stati più volte apprezzati dagli insegnati delle scuole dell’infanzia e primaria, che non credevano non avessero frequentato il nido. Per me e le mie figlie in questi sette anni abbondanti il Centro Acqua è stato divertimento, supporto, fonte inesauribile di nuovi stimoli, e soprattutto di grandi amicizie. Confido che sarà così anche nei prossimi anni, perché dall’attività estiva alle proposte per i genitori, sempre aggiornate e di grande utilità, il centro offre un importante servizio a chi sa coglierne la versatilità. Grazie a tutto lo staff del Centro Acqua.

Julia

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Ho iniziato la mia avventura con la mia piccola Greta al Centro Acqua 4 anni fa. Lei aveva 20 giorni.

Da allora non abbiamo mai smesso: il 1°, 2°, 3° ciclo, il giocaimpara, l’attività in acqua…

Greta è cresciuta e io con lei e insieme abbiamo giocato, sperimentato, studiato, riso.. Lo staff ci ha guidate verso un nuovo modo di stare insieme, sempre con rispetto profondo del suo essere prima neonata poi bambina, dei suoi bisogni, delle sue attitudini e dei suoi tempi, con Amore.

Facendo tesoro dei suggerimenti l’ho accompagnata nel suo percorso di sviluppo psicomotorio regalandole più spazio e più occasioni per poter crescere e ampliare le sue capacità manuali, intellettive e motorie.

Mi sono fidata. Sì, fidata. Perché nonostante ti dicano che il risultato di  questo investimento di energie, tempo e denaro sicuramente non tarderà a mostrarsi poiché è basato su evidenze scientifiche, ogni coppia madre-figlio è diversa  e si ha sempre paura di non fare abbastanza o di non fare giusto col proprio bimbo.

Mi sono divertita a vedere che si divertiva più di me.

E un po’ alla volta, giocando,  il mio pulcino ha acquisito le competenze che costituiscono una base solida sulle quali potrà costruire giorno per giorno le sue attitudini.

Quanto orgoglio nel vederla a 3 anni nuotare  senza supporti, comporre i puzzle con 50 pezzi, colorare dentro i bordi un disegno, scrivere le prime parole

Ma la conferma dell’utilità e del valore dei consigli e delle attività svolte l’ho avuta al colloquio con le maestre al termine del primo anno di scuola materna:

Greta è una bambina indipendente, autonoma, socievole, tollerante. Svolge con entusiasmo, impegno e concentrazione ogni attività che le viene proposta e la porta a termine in modo eccellente. Sa colorare e lavorare con i diversi materiali. Viene a scuola volentieri. Non l’abbiamo mai vista piangere. Coglie con positività ogni cambiamento rispetto alla routine. Dal punto di vista motorio è  coordinata e flessibile. E’ evidente che è stata seguita e stimolata sotto diversi punti di vista”.

E’ stata una soddisfazione davvero grande che mi ha spinta ad abbracciare con ancora maggior entusiasmo le indicazioni ed i suggerimenti che mi hanno accompagnata finora anche con Lorenzo, il mio bimbo più piccolo.

 Erika (dietista, doula ed operatrice shiatzu)